Tag: News

Serata dedicata al microcredito per le piccole e medie imprese

Il Movimento 5 Stelle di Seveso organizzerà una serata dedicata alle piccole e medie imprese in cui relatori del calibro di Paola Carinelli, Davide Tripiedi, Daniele Pesco e Dino Alberti, tutti parlamentari eletti nel Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, parleranno del microcredito che sarà possibile richiedere dalle PMI grazie al fondo creato dal taglio degli stipendi di tutti i parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Vuoi aprire un’attività? Bene!

Il fondo per il microcredito punta a far partire migliaia di attività e creare nuove opportunità di lavoro grazie a finanziamenti fino a 25.000 euro, rimborsabili in 10 anni a tassi bassissimi e senza garanzie reali (no alle ipoteche su case e terreni).

Grazie al lavoro del Movimento 5 Stelle finalmente un aiuto per far partire migliaia di nuove imprese!

Vi aspettiamo dunque il 15 maggio, alle ore 21.00, presso l’aula magna delle scuole medie “Leonardo da Vinci” in via De Gasperi a Seveso.

JpegMicrocreditoridotta

Vittoria M5S: voto elettronico e referendum per dare più risorse alla Lombardia.

Grazie al MoVimento 5 Stelle, per la prima volta nella storia del nostro paese, un’istituzione adotta il voto elettronico per i referendum, uno strumento concreto di democrazia diretta e partecipata.

Con la nostra proposta di legge, approvata oggi dal Consiglio Regionale, riavviciniamo finalmente la politica alla gente. La vera democrazia non è quella in cui i partiti decidono “al posto” dei cittadini, ma “con” i cittadini, e per fare questo non c’è strumento migliore del referendum che, grazie al voto elettronico, potrà svolgersi con maggiore frequenza,restituendo davvero al popolo quella “sovranità” che gli è riconosciuta dalla Costituzione, abbattendo i costi e il rischio di brogli elettorali.

Ma questa è solo la prima importante vittoria ottenuta per i cittadini e per la democrazia. Oggi infatti il Consiglio ha dato il via libera a una consultazione popolare per chiedere ai cittadini se la Lombardia debba assumere più competenze e gestire le sue risorse sulla base dell’articolo 116, terzo comma, della Costituzione. Alla fine la maggioranza ci ha ascoltato convergendo sulla nostra proposta: è scesa dal piedistallo delle utopie indipendentiste e chiaramente incostituzionali a favore di una soluzione democratica, costituzionale e che non crea alcun disagio, o toglie risorse, agli altri territori d’Italia.

Infatti da tempo stavamo lavorando su questo articolo della carta costituzionale
per proporre una gestione diretta delle risorse fiscali sul territorio regionale al posto dell’attuale discrezionalità del loro utilizzo da parte del governo centrale.

La Lombardia da tempo assiste impotente al suo tramonto, che inevitabilmente passa per la chiusura e l’esodo di centinaia di imprese, fabbriche, esercizi commerciali. Non ci sono neppure i fondi per evitare nuovi dissesti idrogeologici, per ricostruire case e infrastrutture spazzate via dai terremoti e dalle alluvioni.

Invece, con l’Articolo 116 comma 3 della Costituzione, la regione potrà gestire autonomamente almeno una parte degli oltre 40 miliardi presenti nel bilancio dello stato regionalizzato e destinarli all’istruzione, ai beni culturali, all’ambiente: un risparmio di quasi un miliardo di euro da utilizzare sul territorio diminuendo le tasse, investendo sul trasporto pubblico locale, prevenendo i dissesti idrogeologici e collocando risorse sull’innovazione e la ricerca per le PMI.

Ci davano per visionari eppure, anche dai banchi dell’opposizione, siamo riusciti a rispettate l’impegno preso con i cittadini portando avanti il sogno di democrazia diretta che Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio hanno realizzato aggregando più di nove milioni di italiani con i portavoce nelle istituzioni!

E non accettiamo moralismi sui costi del referendum dal PD, una forza politica ormai completamente avulsa da questo consiglio regionale, lontana dalle esigenze dei cittadini e vicina solo a quelle centriste di Renzi. Per il M5S dare la voce ai cittadini non è uno spreco ma un investimento. Come si permettono di parlare di sprechi? Loro che votarono a braccetto con la Lega per mantenere immacolato il privilegio dello stipendio? Loro che hanno stanziato 300 milioni di nuovi finanziamenti per lo scempio dell’autostrada Bre.Be.Mi, un’opera che non doveva costare niente alle casse pubbliche?

Vogliamo avvicinare le risorse verso il basso perché siamo convinti che i cittadini sul territorio siano in grado di gestirle meglio, senza sprechi e bypassando l’impasse burocratico del governo centrale che fagocita soldi e speranze: oggi abbiamo ridato le chiavi della Lombardia ai legittimi proprietari, i cittadini.

I portavoce del M5S Lombardia

 

#FUORIDALL€URO

copertina-FB2

Ci siamo!

E’ finalmente arrivato il momento di di dare un senso alla parola DEMOCRAZIA.

Oggi potete scegliere se firmare, oppure no, per garantire agli Italiani di potersi esprimere su un argomento vitale per la nostra Nazione, il ritorno alla sovranità monetaria.

Nessuno ci ha chiesto se volevamo abbandonare la cara e vecchia Lira in favore di una moneta che ha, di fatto, dimezzato il nostro potere d’acquisto. Oggi, noi, vi chiediamo se volete abbandonare questo infausto sistema e tornare ad avere una sovranità monetaria.

Non vi chiediamo semplicemente di venire a firmare un modulo, vi chiediamo di informarvi, e poi decidere, se firmare o meno per questa causa.

Vi indichiamo dove trovare tutte le risposte alle vostre domande: http://www.beppegrillo.it/fuoridalleuro/index.html

Leggete….. e poi, serenamente, decidete se volete dare questa possibilità al vostro Paese.

Noi del Movimento 5 Stelle di Seveso abbiamo depositato i moduli per la raccolta firme presso gli uffici comunali di viale Vittorio Veneto. Potete presentarvi presso l’ufficio anagrafe e chiedere di poter aderire alla raccolta firme del Movimento 5 Stelle per l’adozione di una nuova moneta. Questi sono gli orari degli uffici:

Lun : 10:00/13:45
Mar : 9:00/13:00
Mer : 14:30/18:00
Gio : 9:00/13:00
Ven : 9:00/13:00
Sab : 9:15/11:45

Contiamo su di voi!

Il miglior rifiuto? Quello NON prodotto!

1448

Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’ e-mail di una concittadina che ci invia copia del testo inviato all’ufficio ecologia di Seveso in materia di riduzione dei rifiuti grazie alla buona pratica dell’utilizzo dei pannolini lavabili.

Buonasera,
la presente perchè ho saputo che il Comune di Seveso purtroppo non eroga incentivi alla neo mamme per l’acquisto di pannolini lavabili eco e quindi questa mattina al telefono con l’ufficio ecologia mi è stato consigliato di mandare una mail dove appunto poter richiedere l’attivazione di questo servizio.
Si tratta indubbiamente di una scelta che lega risparmio economico e difesa dell’ambiente.
Nei primi tre anni di vita, infatti, ogni bambino produce in media una tonnellata di rifiuti indifferenziabili: una spesa sociale non indifferente tra raccolta, trasporto e stoccaggio di questi rifiuti.
E’ un incentivo presente in moltissimi comuni rivolto a tutti i genitori che desiderano abbracciare un nuovo stile di vita più sostenibile e rispettoso dei propri figli e dell’ambiente, attraverso l’adozione di comportamenti quotidiani virtuosi come ad esempio l’utilizzo di Pannolini Lavabili al posto di quelli usa e getta.
Ho letto che nel 2013 si è svolto un incontro di confronto e approfondimento con le Amministrazioni locali sul progetto “G.Eco – Genitori Eco”, presentato da Agenzia Innova21 e Cooperativa Stripes al bando 2013 “Costruire comunità sostenibili” della Fondazione Cariplo ospitato proprio nel vostro stabile del Bosco delle Querce, e quindi pensavo fosse stato fatto qualcosa in questo senso, visto il tema.
Spero di poter ricevere al più presto un vostro riscontro.
Con i migliori saluti.

(mail firmata)

La tariffa puntuale introdotta in via sperimentale a Baruccana e che a breve verrà estesa in tutto il territorio di Seveso è sicuramente una pratica virtuosa ma, come sosteniamo da sempre, il miglior rifiuto è quello NON prodotto!
Quindi ci auguriamo che l’amministrazione comunale dia ascolto all’ e-mail di questa nostra concittadina e introduca questa iniziativa per ridurre ulteriormente l’indifferenziato prodotto dai Sevesini, anche perchè se un anno fa esatto si tenevano questi tipi di incontri al Bosco delle Querce, ci parrebbe una logica e naturale conseguenza.

La mia esperienza ad #Italia5stelle

Un nostro attivista, Francesco Mininni, è appena tornato dalla tre giorni romana di #Italia5Stelle, la prima festa nazionale del Movimento 5 Stelle.

Questo è il suo racconto dell’esperienza vissuta:

“Sono stato a molti eventi organizzati dal Movimento.

Sono stato a Roma nel febbraio 2013 in piazza San Giovanni,  a Genova nel dicembre 2013, ai vari tour di Beppe in giro per la Lombardia,  ma l’evento del Circo Massimo aveva per me un significato particolare.

Il primo grande evento dopo la delusione delle elezioni europee,  il morale a terra (una sensazione palpabile nella maggior parte degli attivisti e non), un senso di frustrazione per un cambiamento che in Italia aspettiamo da decenni e che puntualmente non si verifica.

Ecco occorreva incontrarci,  guardarci negli occhi,  condividere le nostre esperienze ed  opinioni, in una parola… ricompattarci!!!

Ho avuto la fortuna di incontrare centinaia di attivisti,  la maggior parte dei parlamentari,  consiglieri regionali e  comunali,  con loro ho scambiato opinioni,  esperienze ma alcune anche volte solo uno sguardo. Uno sguardo unico,  fatto di complicità di chi la pensa nella stessa maniera e cioè che un’Italia a 5 stelle non è poi così lontana! ! Ecco questo evento è riuscito nel suo intento. Il morale è alto e nuove sfide ci attendono sia a livello locale che a livello nazionale.  Siamo pronti e continueremo nel nostro cammino che ci porterà un giorno in un’Italia a 5 stelle! !

In alto i cuori!!!”

20141011_202552 20141011_114948 20141011_142737 20141011_181215

I portavoce Cinque Stelle del Parlamento e della Regione incontrano i cittadini a Seveso #vinciamonoitour

#vinciamonoitour

#vinciamonoitour, 27 portavoce, oltre 80 tappe solo in Lombardia, un mese e mezzo di eventi, 12 mesi da raccontare, una battaglia da vincere: “In Europa per l’Italia”.

Dal 12 Aprile al 21 Maggio 2014 i Portavoce del Movimento 5 Stelle saranno in tour in tutta la Lombardia per parlare con i cittadini del sogno europeo del MoVimento 5 Stelle.

Anche Seveso ospiterà una tappa di questo tour, il 4 maggio. Nel giorno della festa cittadina del Calendimaggio, il Movimento Cinque Stelle di Seveso promuove ed organizza un incontro con i Portavoce eletti in Parlamento ed in Consiglio Regionale. Alle 13 sarà possibile pranzare insieme presso il ristorante “Osteria delle Bocce”; dalle 15 Attivisti e Portavoce incontreranno Seveso al banchetto allestito per l’occasione alla rotonda del Seminario (area distributore Q8).

Un modo per trasmettere alla gente, in mezzo alla gente, tutto quello che come M5S abbiamo fatto fino ad ora e tutto ciò che abbiamo in cantiere per il futuro.

Chi desidera partecipare al pranzo (l’evento è aperto a tutti, nel limite dei posti disponibili) può contattare il numero telefonico 0362/1636518 per tutte le informazioni e per la prenotazione obbligatoria, entro il 28 Aprile.

Vi Aspettiamo numerosi!

Buon Natale dal MoVimento 5 Stelle di SeVeso

remagia5stelle

 

Buon Natale a tutti i Sevesini.

Buon Natale a tutti gli attivisti del MoVimento 5 Stelle.

Buon Natale a tutti coloro che nell’ultimo anno ci hanno sostenuto, consigliato e spronato ad andare avanti.

Buon Natale a chi è venuto ai nostri banchetti.

Buon Natale a chi ci ha votato, ma anche a chi non lo ha fatto ed ora se ne è pentito.

Buon Natale a tutte le persone perbene che lottano per un Mondo migliore, per il Lavoro, la Salute, la Scuola, la Giustizia.

Buon Natale a tutte le persone oneste.

Buon Natale a tutti Voi.

La Non Fiducia a Letta.

Mi creda presidente Letta, se non fosse così dolorosa la situazione che stiamo vivendo, proverei quasi pena per lei. Sono passati poco più di due mesi dall’ultima volta. Quella in cui il solito prestigiatore riuscì ad estrarre l’ennesimo coniglio dal cilindro. E lei era proprio lì, giulivo e sorridente, mentreelogiava di nascosto un pregiudicato, un evasore fiscale, chiamandolo “grande”.

Stessa scena, stesso posto, quasi lo stesso cast di Governo. Mi chiedo se l’assuefazione da programmi tv, che sembra aver narcotizzato una larga fetta del popolo italiano, non sia da lei riproposta in questo Parlamento, pur di distrarci tutti trascinandoci in un grande reality show, in cui nulla di ciò che appare corrisponde alla realtà.

E infatti cosa rappresenta il dibattito odierno?

Voi volete nascondervi dietro l’ennesimo inciucio a danno dei cittadini italiani, pur di incassare una fiducia risicata… votata spalmando una nuova passata di colla sulle vostre poltrone.

 

Uova alla diossina

“Diossina e policlorobifenili (PCB) in misura superiore al limite consentito dalla legge europea nelle uova di 23 allevamenti su 30. Sono questi i primi allarmanti risultati del Piano di monitoraggio del Ministero della Salute che prevede la verifica della presenza di sostanze contaminanti nelle uova e nel latte nei 57 siti inquinati di interesse nazionale. Nel 76% dei pollai d’allevamento lombardi, industriali o artigianali, sono state riscontrate sostanze cancerogene in misura superiore al limite consentito dalla legge europea (5 picogrammi per ogni grammo di grasso). Le uova contengono diossina e PCB in 23 pollai tra Milano, Sesto San Giovanni e la Provincia di Monza Brianza, in 15 allevamenti di Cerro al Lambro (MI) e in 9 di Mantova e dintorni (tre in città, due a Bigarello, uno a San Giorgio, Porto Mantovano, Marmirolo e Borgoforte). I risultati dei controlli resi noti sono inquietati. Sulle tavole dei cittadini arrivano veleni di ogni genere. Le uova contaminate dalle sostanze cancerogene, come la diossina, sono alimenti che i nostri bambini consumano e che le mamme hanno sempre tranquillamente servito, soprattutto se provengono da allevamenti rurali e non intensivi che offrono prodotti a chilometro zero. Ora, invece, non c’è più nemmeno questa sicurezza, perché le galline vivono in terreni contaminati vicini a poli industriali. La Asl impone il divieto di consumo delle uova degli allevamenti irregolari per 120 giorni, che è il termine scientifico sufficiente per abbattere Pcb e diossina se gli animali sono tenuti in condizioni di allevamento ottimali, lontani cioè dalla terra inquinata. Sarà sufficiente?”

Fonte: http://www.beppegrillo.it/2013/11/uova_alla_diossina.html

 

 

Che ci fossero uova contaminate in Lombardia,  noi Sevesini, lo sapevamo già da tempo grazie al servizio della Televisione Svizzera Italiana proprio nella nostra cittadina (vedi link:  https://www.youtube.com/watch?v=UouMAOcyuwE ). Servizio che noi del Movemento 5 Stelle Seveso abbiamo più e più volte ripreso e condiviso sui nostri mezzi di comunicazone.  Ma se per noi “poteva sembrare normale” data la nosta tragica storia, certo nessuno poteva immaginare che la situazione fosse così estesa in tutta la Regione.

Oggi, ancora una volta ed ancora con più forza, ribadiamo che decisioni come quella di far passare l’autostrada Pedemontana sul nostro territorio sono da rivedere. Quando la capiremo che ci stiamo avvelenando? Possibile che siamo così ciechi da guardare solo al nostro profitto e non vediamo i danni che stiamo arrecando alla nostra terra? Con che faccia e che parole ci giustificheremo di fronte ai nostri figli per i danni che stiamo arrecando alla Terra?

Proiezione docu-film Trashed

……..

Mercoledì 20 Novembre 2013, alle 20.45, presso la Sala Consiliare di Cesano Maderno (Via Duca D’Aosta, 3) si terrà la proiezione del docu-film Trashed. Verso Rifiuti Zero.

La serata, organizzata dal MoVimento 5 Stelle di Cesano Maderno e dal MoVimento 5 Stelle di Seveso, si inserisce nella numerosa serie di eventi che caratterizzeranno la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2013, programmata dal 16 al 24 Novembre.

Quella di Cesano è solo una delle tappe di una staffetta simbolica che vedrà coinvolte diverse città della provincia di Monza Brianza e Milano, offrendo la possibilità di vedere un film di grande impatto, che mostra allo spettatore quanto l’inquinamento e il pericolo rifiuti stiano mettendo sempre più a rischio non solo la salute ma l’esistenza stessa del genere umano.

Trama del docu-film

I rifiuti stanno soffocando il pianeta e Jeremy Irons ci accompagna in uno straordinario e raccapricciante viaggio dai tropici ai poli per scoprire lo stato di salute della Terra.
La prima immagine è quella di Jeremy Irons, l’attore Premio Oscar, seduto sulla spiaggia vicino a Sidone in Libano: dietro di lui montagne (nel senso letterale) di rifiuti. E il problema non è solo estetico: Trashed, il film documentario diretto dalla giovane filmmaker Candida Brady (Madam and the Dying Swan), ci porta attraverso tutti i continenti del Pianeta Terra per mostrarci l’inesorabile decadenza dell’ecosistema.
Il colpevole, inutile dirlo, è la razza umana, noi stessi, che ogni giorno produciamo un quantitativo impressionante di rifiuti che non riusciamo a smaltire e tra le vittime di questa pestilenza proprio noi stessi ne stiamo pagando lo scotto. Quello che beviamo, respiriamo e mangiamo è colmo delle sostanze che gettiamo via dissennatamente: ne rimaniamo intossicati e le trasmettiamo ai nostri figli.
Accompagnato da immagini spettacolari, toccanti e dalla colonna sonora di Vangelis (Blade Runner e 1492 La scoperta del Paradiso), Trashed non può essere considerato un semplice documentario, ma un vero e proprio viaggio alla scoperta della Terra nascosta, lontana dalle immagini che vediamo ogni giorno in tv. Oceani, ghiacciai, foreste: nessun angolo del Pianeta è immune alla più grave piaga inflittagli dall’uomo, l’inquinamento.

ComunicatoStampa15-ProiezioneTrashed