CONSIGLIO COMUNALE – 10/10/2012

Il C.C. è convocato con un unico punto all’o.d.g.: L’APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DELLA GESTIONE DELL´ESERCIZIO FINANZIARIO 2011 a seguito di una prima bocciatura lo scorso 24 settembre.

Anche questa seduta vede l’assenza della componente Lega Nord con conseguente mancanza della maggioranza.

Il Presidente Vaccarino spiega il perché di una seconda convocazione del C.C. sullo stesso argomento: in seguito alla  mancata approvazione del rendiconto la procedura prevede un incontro tra Sindaco e Prefetto ed il ritorno in C.C. per un secondo tentativo.
Il Segretario Ferlisi a sua volta fornisce precisazioni sulla procedura per pervenire all’approvazione del rendiconto ed alle conseguenze in caso di mancata approvazione (commissario ad acta con conseguenze note).
Il primo intervento è del consigliere Mastrandrea, il quale chiede se l’assenza dellla Lega sia stata comunicata e sia giustificata; contesta la norma che prevede la diffida e l’obbligatorietà del rendiconto.
Il Segretario sembra in difficoltà su entrambi gli argomenti e con riguardo al rendiconto continua a rifarsi alla nota del Prefetto, non volendo aggiungere nulla di proprio.
Interviene il consigliere Ragazzo che chiede di esplicitare meglio le conseguenze cui andrà incontro il Comune a seguito di una certa non approvazione del Rendiconto e che conclude auspicando le dimissioni del Sindaco per poter tornare almeno alla gestione ordinaria.
Il Segretario spiega che l’iter prevede la segnalazione alla Corte dei Conti, l’intervento dei Revisori dei Conti, il Comune viene messo sotto controllo ed interviene un Commissario Regionale che entro 60 giorni provvede.
Proseguono gli interventi dei Consiglieri, soprattutto dell’opposizione, tutti incentrati sulla richiesta di delucidazioni sulle conseguenze della mancata approvazione del Rendiconto.
Il consigliere Tagliabue mette in evidenza la presenza di un debito di 1,3 milioni di euro, fuori bilancio, verso ASPES di cui il Comune di Seveso è socio unico.
Interviene anche il sindaco Donati che, di fronte anche ad una specifica contestazione del consigliere Mastrandrea, comunica come il Bilancio Preventivo sia stato approvato con Delibera di Giunta poco prima dello stesso C.C. sottolineando come l’IMU non abbia subìto aumenti e continuando a ripetere di essere in attesa di sviluppi sul progetto Pedemontana.
La notizia sul Bilancio Preventivo è estremamente importante, perché significa che NON ci sono i tempi tecnici per la sua approvazione e che quindi siamo vicinissimi allo scioglimento del Consiglio!!
C’è tempo ancora per qualche scaramuccia tra il Sindaco Donati ed il Consigliere Mastrandrea (con reciproci inviti ad andare a lavorare) e per sentire le accuse dei Consiglieri di opposizione al Sindaco di essere già in campagna elettorale.
La seduta si conclude con la votazione dall’esito scontato:  il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2011 non viene approvato (5 voti a favore, 3 astenuti e 7 voti contro).
Ci vedremo in Consiglio Comunale, sarà un piacere!

CONSIGLIO COMUNALE del 24/09/2012


Il Consiglio si apre con l’assenza della Lega tra i banchi della maggioranza, in aperta polemica con il Sindaco Donati.
All’O.d.G. c’è l’approvazione del Rendiconto 2011, prodotto dall’ex assessore leghista Luca Allievi ed approvato con Delibera di Giunta lo scorso 8 Marzo, ma mai portato alla discussione ed all’approvazione del Consiglio prima d’oggi.
Intervengono il Sindaco ed il Funzionario della Ragioneria comunale (dott.ssa Mariani).
Il primo parla di bilancio “pulito” che si regge esclusivamente su entrate ordinarie a differenza di quanto succedeva in passato.
La dott.ssa Mariani evidenzia invece le difficoltà in cui si sta muovendo il Comune a causa della mancata approvazione del Rendiconto entro i tempi di legge (Aprile 2012) ed il conseguente esercizio provvisorio:
·         Sospensione del trasferimento dei fondi statali al Comune per una cifra pari a circa 85.000,00€;
·         Impossibilità di assumere nuovi mutui;
·         Impossibilità di approvare il Bilancio Preventivo 2013;
·         Impossibilità di utilizzare l’eventuale avanzo di amministrazione.
Il Comune di Seveso non si era mai trovato, prima d’ora, ad affrontare un esercizio provvisorio[1]così protratto nel tempo; tanto da avere difficoltà, con il vincolo della spesa per dodicesimi, anche ad affrontare le spese più elementari come il pagamento delle utenze.
All’assenza della Lega e quindi alla mancanza già in premessa della necessaria maggioranza, si aggiunge il PDL spaccato al proprio interno (3 astenuti e 3 favorevoli): a questo punto è gioco facile per l’opposizione “festeggiare” la mancata approvazione del Bilancio Consuntivo con 5 voti a favore, 7 contro e 3 astenuti.
Trattandosi di un atto puramente tecnico, la mancata approvazione del Rendiconto non produce conseguenze immediate, ma politicamente è un macigno su questa Giunta.
Terminata la votazione, i consiglieri dell’opposizione abbandonano l’aula e così viene anche a mancare il numero legale per la prosecuzione della seduta, che pertanto viene chiusa alle 22,30.
Ci sarà un altro tentativo di approvazione (il prossimo Consiglio Comunale è convocato per mercoledì 10 ottobre alle 21), dopodiché interverrà un Commissario ad acta.


[1] http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2011-01-17/equilibri-rischio-spesa-dodicesimi-064313.shtml?uuid=aazcws0c

PEDEMONTANA, EXPO 2015 E CRIMINALITA’

Expo 2015, il prefetto blocca la prima impresa per legami con la criminalità

Nella serata di mercoledì la Prefettura ha siglato un provvedimento di interdizione nei confronti di un’azienda che opera che opera sui lavori di interconnessione stradale che portano al cantiere dell’Expo 2015. Si tratta della Fondazioni Speciali spa. E’ la prima volta, dall’avvio dei cantieri, che una azienda viene bloccata in seguito a una ‘informativa tipica’. In cui, cioè, il legame con elementi e fatti criminali è certo e tale da inibire lavori e commessa

EmailShare on print Stampa Newsletter

La Lega diserta il Consiglio Il sindaco di Seveso è giunto al capolinea?

La mancata approvazione del bilancio non comporta di per sè nessun rischio per Massimo Donati. Il vero banco di prova, per vedere se l’attuale amministrazione può arrivare alle elezioni del 2013, sarà soltanto il bilancio previsionale
di Sonia Ronconi

Massimo Donati e la Giunta di Seveso (Brianza)

Massimo Donati e la Giunta di Seveso (Brianza)

Seveso, 24 settembre 2012 – “Il sindaco Massimo Donati ha tradito i cittadini di Seveso. Le sue dimissioni sono un atto dovuto”. La Lega Nord con un comunicato dell’ultima ora ha fatto sapere che questa sera alle 21 non presenzierà alla seduta di consiglio comunale . Questa sera l’argomento sarebbe ’il bilancio consuntivo 2011’. “Lo scorso 27 aprile il sindaco Massimo Donati,- spiega il gruppo della Lega Nord di Seveso – in completa autonomia e con il parere contrario della Giunta Comunale, ha sottoscritto l’accordo per realizzare un casello autostradale a Baruccana. In seguito a questa scellerata decisione la Lega Nord ha ritirato la fiducia al sindaco e gli assessori Luca Allievi, Floriana Belotti e David Galli si sono dimessi”.

CESANO MADERNO: LA GIUNTA NEGA LA TRASPARENZA

Cronache da una (mancata) diretta

25 settembre dell’anno domini di Ponti e liste civiche unite

Questa sera si e’ consumato un gravissimo attentato alla democrazia del nostro Paese . Il MoVimento Cinque Stelle di Cesano Maderno aveva richiesto formalmente di poter riprendere in video la commissione comunale dedicata al revamping dell’inceneritore di Desio e la ristrutturazione aziendale del gruppo BEA, considerandola indispensabile informativa per i Cittadini. Il MoVimento di Cesano considera la Democrazia e la libera informazione un atto inequivocabile verso una libera e partecipata condivisione di tali intenti di Giunta Comunale. Queste decisioni andrebbero prese dalla cittadinanza attraverso un referendum senza quorum e non nelle solite” stanze dei bottoni”.

Tale richiesta e’ stata come al solito negata dalla presidenza, adducendo richiami al regolamento comunale, che consideriamo comici oltreche’ improbabili.

Denunciamo tale irregolaralatezza formale e la nostra ferma intenzione di presentare a breve la nostra richiesta di poter videoregistrare per intero tutte le commissioni consigliari affinche’ la democrazia e la trasparenza, tanto sbandierata dal Lorsignori, possa diventare realta’ manifesta per intero nel nostro paese.

(Da un Comune resistente all’assedio dei partiti)

ASSEMBLEA OPERATIVA SEVESO 5 STELLE

I cittadini e i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle di Seveso, sono invitati alla nostra assemblea pubblica operativa. Ci riuniamo insieme al gruppo di Cesano (presso la loro sede) per condividere progetti e idee ma anche per imparare da una lista civica del Movimento che già opera sul territorio e in consiglio comunale con due Consiglieri. VI ASPETTIAMO! Per costruire insieme la lista civica di Seveso e rendere finalmente trasparente e partecipato dai cittadini anche il “palazzo” della nostra città.

E’ iniziata l’avventura del Movimento 5 Stelle di Seveso

Domenica 16 settembre è iniziata l’avventura del Movimento 5 Stelle di Seveso con un banchetto informativo in Piazza Cardinal Confalonieri. I cittadini si fermavano curiosi a chiederci ed è stata una magnifica esperienza quella di stare tra la gente. Presto, probabilmente nella prima settimana di ottobre, faremo un’assemblea costituente. Seguiteci LA LIBERTA’ E’ PARTECIPAZIONE

No alla Pedemontana: manifestazione a Desio

Il 30 settembre a Desio si terrà la manifestazione No alla Pedemontana che ci vedrà insieme a tanti altri comitati della zona riuniti nel Comitato Beni comuni per ribadire il nostro No alla Pedemontana.

Il ritrovo sarà alle ore 14.00 in Piazza Conciliazione.

L’invito per ciascun cittadino, oltre a partecipare, è anche di farsi promotore dell’iniziativa, coinvolgendo quante più persone possibili.

Si tratta di un’occasione unica per far sentire la nostra voce.

Segui l’evento su Facebook